19/02/08

Infinito


Infinito, inserito originariamente da Dous^_^.


Tra tutte le paure e le ansie
ciò che mi spaventa non è la morte,
non è qualcosa che conosco
nè ciò che potrei immaginare.
No, non potrebbe inquietarmi di più
se non l'assenza di un confine,
di un pensiero relativo,
la mancanza di un riferimento.
Non posso pensare all'infinito
se non rimanendo turbato.
Una dimensione in cui non esisto.
E non esiste più l'orizzonte,
non c'è più un unico sole.
Non si ode il canto nè si vede il sorriso,
ma il nulla del tutto è il re del niente.
Non ci sono nuvole che si muovono in cielo
attorno a montagne ed isole note.
Solo un rapido espandersi senza alcun fine
come un continuo morire senza sosta
e senza poter trovare le piccole cose
che segnano la mia esistenza
e la rendono unica.

1 commento:

Cicabuma ha detto...

A me invece l'idea di dissolvermi nell'infinito alletta... Mi piace pensare che un giorno farò parte di questo nulla... che è Tutto!!!
Francesca