11/07/08

Fantasia


Siete lì, appesi al filo d'orizzonte
che divide cielo ed acqua.
Figure incerte che si muovono
in un ambiente diviso tra realtà e sogno.
Una natura che separa
ed una volontà che unisce.
Luci di riflessi che brillano
accanto a colori in intima lontananza.
Un senso di fresco che tonifica
con le spalle al mondo cui appartieni.
Come figure di carta
ricavate con le forbici.
Ne prendo due e cascano
ballando tra le mani.

1 commento:

Claudia ha detto...

Come sempre leggere le tue poesie è...un tuffo nell'anima!
Grazie
Cla