10/10/08

Concorso di poesia


Alla fiera del banale
ho portato un pò d'amore
e mi son subito scontrato
con il peggio di noi stessi.

Punti strappati, commenti inutili
astiosità e vendette futili
sono state le cose più vere
che han fatto emergere
tra noi tutti il vero limite
tra lo scrivere e l'agire,
spinti dalla nostra sciocca vanità
per l'apparire.

Una mia poesia, "Passaggi di comete", ha partecipato al concorso "Poesia Mediterranea" sul sito YamamaY 

3 commenti:

nonnatuttua ha detto...

La poesia del concorso è molto bella. Anche questa mi piace, anche se è molto amara!
Un abbraccio
Fausta

Paola ha detto...

La verità: bella, cruda e scomoda. Ma se si abbassano le difese, da essa si può imparare.

Dous ha detto...

Vero, Paola. Si impara soprattutto ad abbassare la nostra ego. :-)