15/10/07

Dieci, cento, mille biciclette

Ho sognato un giorno di libertà.
Ho sognato un giorno di festa.
Ho sognato un giorno di pace.
Ho sognato un giorno senza traffico.
Quel giorno eravamo tutti insieme.
Quel giorno l'aria profumava di gioia.
Quel giorno tutti quanto ci amavamo.
Quel giorno non avevamo più fretta.
Il giorno dopo non tornava più l'incubo.
Il giorno dopo i semafori li avremmo amati.
Il giorno dopo sarebbe stato il primo.
Da quel giorno in poi avremmo capito.
Da quel giorno in poi saremmo cambiati.
Da quel giorno in poi saremmo tornati a respirare.

3 commenti:

delias ha detto...

molto simpatica
delias

- Jeane Michelle Culp ha detto...

Your creative words still flow inwardly to touch my Soul, remitting the reality of all that is real.

dous ha detto...

La realtà scorre ovunque, come pioggia. Ma noi non vogliamo bagnarci.